Pillole di Bioenergetica 31/03/2014

Partendo dall’immagine tratta dal sogno di Nabucodonosor nel libro di Daniele, in cui si fa riferimento ad una statua gigantesca dai piedi d’argilla ridotta poi in briciole da un solo masso che ne colpiva la parte più fragile… i piedi… mi veniva appunto di riflettere sull’importanza del nostro radicamento nella madre terra.
Se siamo in contatto con le nostre radici, con i nostri piedi saremo sempre più consapevoli ed in contatto con la realtà del nostro sentire, senza farci troppo sviare dalla mente e dal ragionamento (che nel sogno appunto è d’oro, quindi considerata estremamente preziosa).
Il nostro radicamento è la nostra forza, ci renderà stabili e centrati… non invincibili, ma sicuramente più saldi ed in contatto con la nostra umanità e le nostre risorse.

1660588_299719820184239_741887074_n


[Tu, o re, guardavi, ed ecco una grande statua; questa statua, immensa e d’uno splendore straordinario, si ergeva davanti a te, e il suo aspetto era terribile. 32 La testa di questa statua era d’oro puro; il suo petto e le sue braccia erano d’argento; il suo ventre e le sue cosce, di bronzo; 33 le sue gambe, di ferro; i suoi piedi, in parte di ferro e in parte d’argilla. 34 Mentre guardavi, una pietra si staccò, ma non spinta da una mano, e colpì i piedi di ferro e d’argilla della statua e li frantumò. 35 Allora si frantumarono anche il ferro, l’argilla, il bronzo, l’argento e l’oro, e divennero come la pula sulle aie d’estate. Il vento li portò via e non se ne trovò più traccia; ma la pietra che aveva colpito la statua diventò un gran monte che riempì tutta la terra.]

Stay grounded! 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...