Pillole di Bioenergetica 28/06/2014

“Non si può cambiare con la mente. Si cambia con il corpo. Va cambiata l’energia del corpo. Da dove il corpo ricava energia? Dal respiro e dal cibo. Ecco l’importanza di respirare correttamente e nutrirsi correttamente. Senza respiro non c’è energia, senza energia il corpo si contrae, non è pienamente vivo, ed ecco perché poi si ha bisogno di compensare con diversi meccanismi. Si cerca di essere più forti, più veloci, più belli. Ma l’unico modo in cui gli uomini possono imparare è attraverso il sentire, attraverso l’esperienza personale, fisica, concreta. Leggere un libro non basta, non serve a cambiare. Persino la bioenergetica, che pure ho coltivato per tanti anni: da sola non basta, se non si va a fondo, se non si va con l’energia nei propri piedi e nel cuore”.

– Intervista ad Alexander Lowen (Alessandra Callegari Locatelli: http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/intervista_a_alexander_lowen_padre_della_bioenergetica) –

The Awkward Yeti

The Awkward Yeti

The Awkward Yeti

The Awkward Yeti

Pillole di Bioenergetica 27/06/2014

“Paragoniamo il pianto al canto. Ambedue sono espressioni emozionali intense ed in entrambe il flusso di energia è diretto verso l’alto e l’esterno, attraverso la gola e la bocca. In entrambe queste espressioni vediamo spesso che le braccia sono protese. Il bambino che piange per richiamare sua madre protende contemporaneamente le braccia in avanti. Il cantante protende le braccia verso il pubblico. Questo aspetto del protendersi, che è comune al bambino che piange e al cantante, può essere descritto come brama di contatto. Questa brama di contatto è il principio comune che unisce i due fenomeni del canto e del pianto”

– Alexander Lowen, L’arte di vivere –

… Una richiesta di riconoscimento amorevole, il desiderio di “essere visto, ascoltato”, il “diritto di esistere” ed una potente vitalità che trova nella creatività, la via regia verso l’accettazione di sé, anche attraverso il simbolico abbraccio dell’altro…

 1520617_329957900493764_3055651123565703626_n 10501665_329958120493742_6521371320392282670_n 10509491_329957923827095_1595284139447646895_n 10509719_329957983827089_8371750363902646159_n

Pillole di Bioenergetica 22/06/2014

“…fate un passo. E poi un altro. Dovete sempre fare un solo passo. Ma chiunque vada avanti facendo un passo alla volta percorre distanze infinite.”

– Osho –

L’importanza di porsi piccoli obiettivi, consente di non farsi sopraffare dall’ansia di mete troppo grandi e spesso illusorie… il GROUNDING ci aiuta a radicarci nella realtà corporea del nostro sé… UN PASSO ALLA VOLTA!

10487385_10152440476972860_1208504840291766760_n

Pillole di Bioenergetica 14/06/2014

Le carezze stanno diventando ‘vintage’?
Riflettevo sull’importanza delle carezze, di quel tocco leggero non necessariamente ‘sessuato’ che ha il sapore dell’affetto, dell’accoglienza e dell’accettazione dell’altro… che ci apre il cuore alla tenerezza, ma anche alla delicatezza dell’incontrarsi… un terreno sottile, forse antico, mai scontato, fatto di sfumature… che ci da la dimensione della gradualità, dell’ascolto, dell’intimità.

Ce la ricordiamo l’ultima volta che abbiamo ricevuto o dato una carezza? Come ci siamo sentiti… nel darla, nel riceverla… prendiamoci un attimo per sentire cosa accade nel nostro corpo e respiriamo nelle nostre sensazioni… che emozione arriva al nostro cuore?

C’è una carezza che avremmo voluto dare o ricevere? … possiamo sempre dare il permesso alle nostre mani, di raggiungere l’altro… reale o immaginario, vicino o lontano ma sempre con rispetto, senza invaderlo alimentando in noi, la capacità di sorprenderci della meraviglia di quel contatto.

 

Mary Cassatt - Madre e bambino

Mary Cassatt – Madre e bambino

10366263_325585474264340_7163246932195761214_n 10401439_325586997597521_2551200670703866598_n 10402394_325585440931010_1452078337306929118_n 10462838_325585450931009_4895530020371991548_n

Pillole di Bioenergetica 12/06/2014

“… insegnami a fidarmi del mio cuore, della mia mente, del mio intuito, della mia conoscenza interiore, dei sensi del mio corpo, delle benedizioni del mio spirito. Insegnami a fidarmi di queste cose in modo che io possa inserire il mio spazio sacro e l’amore oltre la mia paura e, quindi, camminare in equilibrio con il passare di ogni glorioso sole”…

– Preghiera Lakota – Indiani Americani –

1959328_325403254282562_6267167921804924031_n 10418296_325406237615597_7519456045209410200_n 10433137_325406217615599_5426877976700387629_n 10455149_325406410948913_2296782412326217777_n