Pillole di Bioenergetica 08/08/2015

“Con il passare degli anni ci distacchiamo sempre più da noi stessi e sprofondiamo sempre ogni giorno di più nel tentativo di diventare qualcuno che non siamo (…) Mio padre raccontava sempre una barzelletta di un uomo che entra in un negozio di sartoria per ordinare un abito nuovo. Il sarto, dopo aver preso tutte le misure, gli chiede di tornare dopo una settimana. Trascorsa la settimana, l’uomo torna per ritirare il suo abito nuovo. Ma quando lo prova di fronte allo specchio, si accorge che una manica è troppo corta, una gamba è troppo lunga e la vita è troppo larga. Quando lo fa notare al sarto, questo guardandolo di fronte allo specchio gli dice: <<In realtà, non ce niente che non va nel vestito. Ma non è indossato nel modo corretto. Vede, prima dovrebbe ritirare il braccio un po’ così. Poi allungare la gamba in questo modo e tirare un po’ fuori la pancia così. Bravo! Vede, ora è perfetto>>. L’uomo persuaso dal sarto, si trascina zoppicando fuori dal negozio per la strada, incrocia due anziane signore. Una di queste dice all’altra: <<Hai visto quel povero storpio? (…)>>, <<Sì>> risponde l’altra, <<Ma hai notato che bell’abito indossa?>>.
Ci viene consegnato un abito che non è della misura giusta per noi, eppure veniamo persuasi a provarlo e a farcelo andar bene. E da quel momento non facciamo altro che trascinarci zoppicando lungo la strada, completamente scollegati dalla nostra energia, o autenticità, e da nostro senso del Sé. Guardandoci allo specchio, in fondo in fondo sappiamo che il vestito non ci sta bene, ma ‘il sarto’ (che rappresenta la famiglia, la cultura, l’istruzione, l’educazione religiosa e così via…) esercita un potere troppo forte su di noi e così perdiamo fiducia in quella voce interiore che ci sussurra la verità.”

Krishnananda Amana – “A tu per tu con la paura”

Quante volte abbiamo lasciato che ciò che ci circonda ci plasmasse e persuadesse che il nostro sentire era sbagliato… lo abbiamo fatto per sopravvivere e dobbiamo onorare quella che un tempo è stata per noi una risorsa necessaria cui attingere… ma oggi siamo altro, abbiamo la possibilità di stare sulle nostre gambe, guardarci allo specchio per riconoscerci realmente per ciò che siamo, possiamo essere e sentiamo di voler essere… senza prestare il fianco a manipolazioni, sensi di colpa o ideali cui aderire al costo del totale sacrificio di sé.

STAY GROUNDED ♥BE YOURSELF ^_^

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...