Pillole di Bioenergetica 27/09/2015

“La mia postura mentale, come quella fisica, non è di protendermi per cogliere i segnali, ma di stare ‘reclinato all’indietro, in modo da lasciare che lo stato d’animo del paziente e l’atmosfera mi avvolgano, così da poter cogliere i significati fra le righe e la musicalità delle parole. Quando ci si lascia trasportare dalla cadenza affettiva della seduta è possibile recepirne il tono e la finezza. Raggiungendo in questo modo una maggiore apertura, per risuonare in armonia con il paziente mi servo di immagini che si formano nelle mie zone creative’; un’immagine si cristallizza, riflettendo l’esperienza del paziente”.

Hammer – “Researching the Affect” 1990 citato da Schore per descrive l’applicazione clinica della neurobiologia della CREATIVITA’ – Congresso Attaccamento & Trauma 2015

STAY GROUNDED IN YOUR CREATVITY ♥

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Immagine su: Pinterest

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...